9/24/2016

In my mail box #17 - 2016

[La rubrica appartiene a Kristi del blog The Story Siren]

Ecco tre nuovi arrivi: due sono regali dalla mia cara amica Laura, The perks of being a wallflower, di Stephen Chbosky (che tutti conoscete anche come Noi siamo infinito) e poi uno dei suoi libri preferiti, intitolato Jellicoe Road dall'autrice australiana Melina Marchetta. L'altro è uno scambio, e si tratta di Caldo come il fuoco, di J. L. Armentrout. Spero di leggerli tutti presto!

E voi, qualche bella entrata in libreria?

9/21/2016

W...W...W...Wednesday #5 - 2016

Sì, lo so che sono secoli che non riprendo in mano questa rubrica, ma ho pensato che fosse venuto il momento di rispolverarla!

WWW Wednesdays è una rubrica americana conosciuta sul blog "Should Be Reading". Potete partecipare anche voi! Commentando qui sotto o adottando la rubrica sul vostro blog, e rispondere queste tre domande!

-What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
-What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
-What do you think you'Il read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Le anime morte, di Gogol'
Anche questo è, ovviamente un libro per il mio corso di letteratura. Ormai lo sapete :P

What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
La figlia del capitano, di Aleksandr Puškin 
Idem come sopra.

What do you think you'Il read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)
Sinceramente non ne ho idea! Ci sono tante cose che vorrei leggere: Vicious, Caldo come il fuoco, ho un paio di libri arretrati su cui dovrei mettere le mani, Belgravia... cosa consigliereste? :)

E voi?

9/20/2016

BlogTour "Harry Potter e la Maledizione dell'Erede": Alla scoperta di Harry Potter | Il Quidditch attraverso i Secoli, Animali Fantastici: Dove trovarli e Le Fiabe di Beda il Bardo


Eccomi qui con un nuovo Blogtour! Abbiamo tantissime tappe e tanti meravigliosi blog che ne fanno parte, quindi vi lascio subito i nomi:


Il Castello tra le Nuvole




Come tutti sapete, oltre alla nostra amata serie composta da Sette Magici Libri, negli anni sono stati rilasciati anche tre libriccini minori - che però sono sicura molti di voi possiedono. 
I libri sono: Le Fiabe di Beda il Bardo, Animali fantastici e dove trovarli e Il Quidditch attraverso i secoli. 

In particolare, non so se ricordate, ma sono stati anche usati a scopo benefico: la prima volta che vennero rilasciati gli ultimi due, nel 2001, aiutarono la Comic Relief (associazione inglese di beneficenza) a guadagnare 17 milioni di sterline; quando vennero riportati in libreria anni dopo la Rowling decise che, per ogni libro venduto, 1,15£ del ricavato venisse donato sempre alla stessa associazione. E nel 2008, Le Fiabe di Beda il Bardo, hanno raccolto 4 milioni di sterline per il Children's High Level Group. Quindi eccoci qui, se li avete comprati non siete solo grandi fan di Harry Potter ma avete anche donato qualcosa in beneficenza, urrà!

Ora passiamo a parlare dei libri in sé!
(date di uscita italiane, le foto sono tutte fatte da me)

Il Quidditch attraverso i Secoli
J. K. Rowling, 2001
In quale romanzo viene citato? In Harry Potter e la Pietra Filosofale, 1997.
Il Quidditch attraverso i Secoli è decisamente quello di cui si tende a parlare meno, ma è comunque molto carino in compagnia degli altri due. Si tratta, infatti, di un libro usato ad Hogwarts riguardante - appunto - il Quidditch, lo sport che tutti noi vorremmo poter praticare. Persino io, che faccio schifo in tutti gli sport.
Ma torniamo a noi: il libro è "stato scritto" da Kennilworthy Whisp e la cosa bella è poter leggere le note di Harry, Ron e Hermione che commentano sui margini. Immaginateli, mentre si passano il libro preso in biblioteca e ci scarabocchiano sopra.
Ma non solo dei nostri tre protagonisti! Ci sono anche diversi maghi famosi e citati più volte durante la saga che, come si vede dalla lista delle persone che hanno richiesto il libro, devono averlo preso in prestito durante i loro anni alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.


Animali Fantastici: Dove Trovarli
J. K. Rowling, 2001

In quale romanzo viene citato? In Harry Potter e la Pietra Filosofale, 1997.
Ovviamente questo è il volume, dei tre, di cui tutti stanno parlando ora come ora. E se non sapete perché, forse avete vissuto nascosti in una Torre come questa del Castello, senza WiFi o gufi portalettere. Il film verrà rilasciato il 18 novembre 2016 e, onestamente, non vedo l'ora: perché c'è Eddie Redmayne. E anche perché potremo vedere una nuova scuola, quella Americana (Ilvermorny, e potete essere smistati nelle varie case qui). 




Il libro, in sé, è molto simile a quello che vi ho descritto sopra, con molte note divertenti a margine. Il film, invece, sarà incentrato su Newt Scamandro, cioè colui che "ha scritto" il manuale. Newt era uno studioso di Magizoologia, e dopo essersi diplomato ad Hogwarts andò a lavorare per il Ministero della Magia ed è proprio durante questo periodo che dovrà fare il famoso viaggio a New York di cui abbiamo già visto qualcosa nel trailer del film, qui.




Le Fiabe di Beda il Bardo
J. K. Rowling, 2008

In quale romanzo viene citato? In Harry Potter e i Doni della Morte, 2007

Senza ombra di dubbio tutti conosciamo, e anche abbastanza bene, Le Fiabe di Beda il Bardo. Senza questo libro, lasciato in eredità da Silente a Hermione, non avremmo mai conosciuto la storia dei Tre Fratelli e quindi, oltre al mantello dell'invisibilità, anche la bacchetta di sambuco e la pietra della resurrezione. Le fiabe raccontate da Beda il Bardo, tradotte da Hermione e a cui segue un commento di Silente stesso, sono: Il mago e il pentolone salterino, La fonte della buona sorte, Lo stregone dal cuore peloso, Baba Raba e il ceppo ghignante e La storia dei tre fratelli.

Io le ho lette tutte, anche più di una volta, e le ho trovate piuttosto carine. Certo, non è un libro di fiabe tradizionale (tra l'altro alcune fiabe classiche sono proprio crude, di queste invece non ricordo scene particolari, se non che ognuna ha una forte morale racchiusa nel testo), ma è sempre bello vedere come J. K. Rowling abbia tutto un background del mondo magico che non ha condiviso nei libri e chissà cos'altro non ha rivelato in proposito!

Voi le avete lette? Qual è la vostra preferita?

Vi diamo anche la possibilità di portare a casa qualcosa oggi! Ecco qui le regole e non dimenticate di compilare il form qui sotto:



a Rafflecopter giveaway

9/19/2016

Intervista a Tappe a Jandy Nelson!


Qualche mese fa ho avuto l'opportunità di leggere e recensire Ti darò il sole, di Jandy Nelson (che ho amato! trovate qui la mia recensione). E poco dopo io e altri blogger abbiamo potuto farle una domanda a testa! 
Questa qui sotto è la mia, ma ricordatevi di passare dagli altri per leggere le altre :) 
I blogger sono gli stessi del Blogtour che avevamo fatto all'epoca ed eccovi i link che portano direttamente all'intervista:  Words of BooksEverpopWe found wonderland in books e Devilishly Stylish

Trovate domanda e risposta qui sotto :)

Siccome la storia continua ad andare avanti e indietro tra passato e presente, volevo sapere se avevi scritto l'intero libro come noi lo leggiamo ora (un capitolo di Noah e uno di Jude) oppure se hai scritto prima tutto il passato e tutto il presente e solo in seguito li hai intrecciati?

[Since your story is a sort of back and forth - back and forth, have you actually wrote the whole novel as we read it, or did you actually wrote a past story and a present story and then rearrange them as we have them now in the book?]



Sì, l'ho scritto per fasi - è stato come scrivere tre libri in uno. Ho capito abbastanza presto che il modo migliore per scrivere questo romanzo era scrivere per prima la storia di Noah dell'inizio alla fine. Poi quella di Jude. E' stato assurdo - tenevo bloccato il file con la storia di uno dei due gemelli mentre scrivevo quella dell'altro così non avrei barato, perché volevo davvero che le loro voci/i loro mondi/i loro archi temporali fossero diversi e distinti. Poi, quando ho avuto le bozze di entrambe le storie - e questo è stato circa 2 anni e mezzo dall'inizio - ho iniziato a intrecciare le due narrazioni insieme (che è stato come scrivere un nuovo romanzo - penso di aver tolto 50K parole). E in questa ultima fase ho pregato molto perché tutto funzionasse!

[Yes, I wrote it in phases—it was like writing three novels in one. I realized pretty early on the best way to write the novel would be to first write Noah’s story start to finish. Then Jude’s start to finish. It was kind of crazy—I’d lock one twin’s file when I was working on the other’s so I wouldn’t cheat because I really wanted each of their voices/their worlds/their timeframes to be distinct from the other’s. Then, after I had drafts of both twins’ stories—this was about 2 ½ years into the process—I began braiding the narratives together (which was like writing a whole new novel—I think I cut 50K words). This last phase involved a lot of praying that it would actually work!]

9/17/2016

In my mail box #17 - 2016

[La rubrica appartiene a Kristi del blog The Story Siren]
Ecco qui i miei due arrivi di questa settimana: Shirley, di Charlotte Brontë è stato il mio auto regalo dopo un esame (c'era il 25% di sconto sul catalogo Fazi e non potevo resistere, no?). Il club delle seconde occasioni, di Dana Reinhardt è un gentile omaggio di DeAgostini, trovate qui la mia recensione.

9/12/2016

BlogTour Flawed, di Cecelia Ahern - Dream Cast | Tappa #4

Io sono la Ragazza dei Dream Cast e ne vado fiera! Oggi vi presento la mia tappa per il Blogtour dedicato a Flawed, che uscirà domani 13 settembre. Qui sotto trovate le altre tappe e i link ai blog che le ospiteranno o le hanno già ospitate! Ricordate di andare a leggerle :) (E Grazie a Clary per la grafica!)



7/09 Presentazione - Il cibo della mente
8/09 Se ti piace Flawed - Words of books
9/09 Il Distopico in Flawed - Everpop
12/09 Dreamcast - Il castello tra le nuvole
13/09 Recensione - I libri sono un antidoto alla tristezza
14/09 Il mondo di Flawed - We found wonderland in books
15/09 Playlist - Devilishly Stylish
16/09 Essere Flawed - Jess in Wonderland





Iniziamo?

Per Celestine, la nostra protagonista, ho scelto Madeline Mantok (la mia dorata Astrid di The Tomorrow People, anche se sono sicura che qualcuno di voi la scambierà per una delle Little Mix!), ma per i primi capitoli non sapevo proprio cosa aspettarmi da lei in quanto aspetto visto che ci vuole un po' prima che ci dica: “Siamo figlie di un papà di colore e una mamma bianca, ma abbiamo ereditato l’incarnato paterno. Da lui abbiamo anche preso gli occhi castani, la forma del naso e il colore dei capelli. Da mamma invece gli zigomi alti e la figura slanciata.” - Capitolo 8
Infatti, fino a quel momento, aveva solo parlato di sua madre e stavo iniziando a pensare ad una protagonista bionda, figuriamoci!

A proposito della Mamma! Io per lei ci avrei visto bene qualcuno come Naomi Watts. L'esatto opposto di una Fallata, giusto? (Inizialmente avevo pensato anche a Jane Krakowski, ma poi ho cambiato idea)
“Anche mia madre è nervosa. Si intuisce dal fatto che è più perfetta del solito: non ha un capello fuori posto, i riccioli biondi sono elegantemente raccolti in uno chignon che solo lei è capace di fare, considerato che deve slogarsi entrambe le spalle per arrivare con le mani dietro la testa. La sua pelle sembra porcellana ed è come se risplendesse, la purezza in persona.” - Capitolo 2

Prendetemi per scema, ma io come Giudice Crevan ho pensato subito ad Mark Pellegrino, sempre da The tomorrow people (che ci posso fare? Ora mi ricordo quasi niente della trama, maledetta memoria, ma adoravo quella serie!). Ha quell'aria da cattivo che vuole fare il buono che mi sembrava perfetta per il personaggio. (Lo so, gli mancano i capelli biondi, ma...) “Per me il giudice Crevan non è altro che Bosco, il papà del mio ragazzo, Art. [...] L’ho visto la mattina appena sveglio, con i capelli arruffati e il dentifricio ancora sulle labbra. L’ho visto vagare semiaddormentato a notte fonda in boxer e calzini – porta sempre i calzini, anche a letto –, diretto in bagno o in cucina per prendere un bicchiere d’acqua. L’ho visto sbronzo e svenuto sul divano, a bocca aperta e con la mano proprio sopra il cavallo dei pantaloni. [...] L’ho visto agitarsi scomposto sulla pista da ballo e cantare stonato al karaoke. L’ho sentito vomitare dopo una serata di bagordi. L’ho sentito russare, scoreggiare, piangere. Come faccio ad avere paura di qualcuno che conosco in tutta la sua umanità?” - Capitolo 2

Poi abbiamo Art, il figlio del Giudice Crevan per cui Lucas Till mi sembrava un buon candidato, ma giudicate voi: “Art ha preso i tratti migliori del padre – capelli biondi, occhi azzurri –, ma quei riccioli indisciplinati e gli occhioni azzurri che brillano come quelli di un folletto dispettoso fanno pensare a uno sempre pronto a cacciarsi nei guai, come di fatto succede spesso.” - Capitolo 2

Ultimo, ma non per importanza abbiamo Carrick Vane, il famoso Fallato di cui si parla nella trama e che mi ha ricordato Scott Eastwood (sarà che ho appena visto Suicide Squad e lui è uno dei soldati, ma non ho potuto fare a meno di inserirlo).

“C’è una sua fotografia scattata il giorno in cui è stato portato alla Gilda, e il solo vederla mi provoca una morsa allo stomaco. È facile cogliere il suo atteggiamento dall’espressione degli occhi neri, dalla postura delle spalle larghe e delle braccia muscolose, e dalla mascella squadrata. Assomiglia proprio a un soldato.” - Capitolo 51




Se siete arrivati fin qui, posso finalmente dirvi che abbiamo per voi una copia cartacea da adottare! Continuate a leggere :)

OBBLIGATORIO 
  • Diventare follower dei blog dell'iniziativa se non lo siete già;
  • Commentare tutte le tappe del blogtour
  • Mettere "Mi piace" alla pagina Facebook di De Agostini Young Adult;


a Rafflecopter giveaway

9/10/2016

In my mail box #16 - 2016

[La rubrica appartiene a Kristi del blog The Story Siren]
Questo In my mail box è un misto di regali di compleanno della mia MAU e di libri che ho preso io mentre ero in Inghilterra. Qui sopra abbiamo Harry Potter and the Cursed Child, che è stato un regalo di alcuni amici inglese, e anche On the other side, di Carrie Hope Fletcher (una youtuber adorabile, dovreste passare a guardare i suoi video!) e ancora The bone season, di Samantha Shannon che ho recupero a soli 2£, nuovo. Insomma, mica potevo lasciarlo lì! I due al centro invece sono Wicked, di Jessica Spotswood e La Lettera, di Kathryn Hughes. La lettera lo puntavo dall'uscita e Seli è stata così carina da regalarmelo.

Qui abbiamo Saint Anything, di Sarah Dessen che vi ho recensito lunedì e ho amato e, sempre dall'Inghilterra, Everything Everything di Nicola Yoon. Dalla MAU invece arrivano ancora Le cronache di Magnus Bane, perché mi mancava nella collezione di libri di Shadowhunters e Confessions of an ugly stepsister, di Gregory Maguire.

E voi? Cosa si è aggiunto nella vostra libreria?

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...